Tag

, , ,

Foto trovata su washingtonexaminer.comIl National Enquirer, il Cronaca Vera USA, meglio del New York Times. Dopo aver scoperto il figlio segreto dell’ex candidato VP Edwards, ora scova una denuncia di violenza sessuale nei confronti dell’Oracolo del catastrofismo Al Gore. No, non è una paresi, sto solo gongolando. Dopo il salto.

L’accusa di violenza contro Gore è credibile e dettagliata
Byron York
Originale (in inglese): Washington Examiner
Traduzione in italiano: Luca A. Bocci

Il sospetto che Al Gore abbia aggredito sessualmente una donna in una stanza d’albergo a Portland, Oregon quasi quattro anni fa ha messo seriamente in dubbio la storia detta dall’ex vice-presidente sul fatto che lui e la moglie Tipper si erano semplicemente “allontanati” dopo 40 anni di matrimonio.

Il rapporto della polizia dell’accusa della massaggiatrice è lungo 73 pagine e contiene molti dettagli. Secondo questo documento, la ragazza ricevette una chiamata dalla reception del lussuoso Hotel Lucia la sera del 24 ottobre 2006: l’hotel aveva un ospite di riguardo che aveva richiesto i suoi servizi per le 10:30 p.m.

La ragazza si presentò alla stanza di Gore con un lettino da massaggi pieghevole ed altri articoli necessari per la sua professione. Gore, che non l’aveva mai incontrata prima, l’accolse con un caldo abbraccio. La ragazza ha dichiarato alla polizia che “l’abbraccio durò più del normale, cosa che mi lasciò un poco interdetta” ma decise di lasciar correre, visto che la direzione dell’albergo le aveva fatto capire che Gore “era un VIP, molto potente al quale avevano promesso un ‘trattamento da re'”.

Gore disse che era stanco per il viaggio e descrisse dettagliatamente il tipo di massaggio che voleva: includeva i muscoli degli adduttori, che si trovano all’interno delle cosce. “Notai subito che una richiesta del genere è un poco strana, visto che può essere l’inizio di un comportamento non appropriato per un cliente di sesso maschile”.

Gore chiese anche che si concentrasse sull’addome: appena iniziò a massaggiare l’area, “Gore iniziò a mugolare e fare cose del genere”. Poi chiese che massaggiasse più in basso; quando si accorse che la ragazza si manteneva in un “area sicura, niente affatto sessuale”, Gore si innervosì, diventando sempre più “arrabbiato, secco ed alzando la voce”.

A questo punto la massaggiatrice chiese a Gore cosa volesse: lui, per tutta risposta, “afferrò la mia mano destra, la cacciò sotto al lenzuolo, sulla sua area pubica, facendo sì che le mie dita sfiorassero il suo pene, e mi disse con un tono secco, arrabbiato e molto alto “questo!”. Quando lei ritrasse la mano, Gore perse la pazienza e si “mise ad urlare” contro la ragazza.

Poi, come se niente fosse, l’ex vice-presidente cambiò tono: fu come “se avesse di colpo cambiato personalità, ed iniziò in un tono dolce a chiedere che lei rilasciasse la tensione dal suo secondo chakra”.

“Chakra”, nel gergo new age di Gore, si riferisce ad uno dei “centri energetici” del corpo, richiesta che la massaggiatrice interpretò subito come “un altro eufemismo per descrivere l’atto sessuale che stava richiedendo, mascherandolo furbescamente come se fosse una richiesta spirituale o una roba del genere”.

A quel punto, la ragazza ne aveva abbastanza e provò ad andarsene, ma Gore la “rinchiuse in un abbraccio stretto”, iniziando a “carezzare il mio fondoschiena ed i miei seni”. Provò a liberarsi, definendo Gore un “cagnolino infoiato”, ma l’ex vice-presidente era troppo forte per lei.

Poco dopo, secondo la ragazza, Gore tirò fuori una bottiglia di brandy e disse che nel “box delle sorprese” fornito dall’albergo c’erano dei preservativi. “Poi mi costrinse a baciarlo con la lingua”.

A quel punto, la massaggiatrice menzionò il lungo matrimonio di Gore dicendo “come puoi fare una cosa del genere a tua moglie?”. Questo provocò l’ennesimo “rapido cambiamento” nell’umore di Gore. La ragazza descrive questo cambiamento schioccando le dita e dicendo alla polizia “non ho mai visto nessuno comportarsi in questo modo.

L’accusatrice ricorda che Gore la trascinò nella camera da letto: il suo iPod era lì e voleva che ascoltasse “Dear Mr. President,” un attacco strappalacrime a George W. Bush della cantante Pink.

“Appena mise su la canzone, si voltò verso di me e mi gettò sul letto sulla schiena, lanciandosi sopra di me. Rimasi scioccata di fronte ad un comportamento così folle”.

“Mi sussurrò paroline dolci, afferrandomi, tenendomi stretta, baciandomi con la lingua, massaggiandomi, afferrando i miei seni e strizzando forte i miei capezzoli da sopra i vestiti, spinse il suo basso ventre contro il mio, carezzò i miei fianchi con le mani e si strofinò contro di me dicendo ‘Sai che vuoi farlo, vero?”.

Alla fine riuscì a scappare. Più tardi, parlando della storia con dei suoi amici, di sinistra come lei, questi ultimi la scoraggiarono dal rivolgersi alla polizia. Uno le disse che doveva “farsene una ragione, altrimenti il mondo sarebbe stato distrutto dal riscaldamento globale”-

La ragazza contattò un avvocato e prenotò un incontro con le autorità di polizia ma poi, non si sa bene perché, lo cancellò e non si mise in contatto con la polizia fino al gennaio del 2009. Anche in quell’occasione, decise di non sporgere una denuncia formale contro Gore.

Nel 2007, un giornale di Portland venne a sapere della storia ma gli avvocati di Gore la definirono “assolutamente falsa” ed il giornale decise di non pubblicare nemmeno una parola a proposito.

Ora che il National Enquirer ha reso di pubblico dominio il rapporto rilasciato alla polizia, l’immagine di buon padre di famiglia di Gore è andata in frantumi.

Byron York, corrispondente politico capo dell’Examiner, può essere raggiunto all’e-mail byork@washingtonexaminer.com. I suoi editoriali sono pubblicati il Martedì ed il Venerdì, mentre le sue corrispondenze ed i post del suo blog si trovano su ExaminerPolitics.com

<!–
function OneStat_Pageview()
{
var d=document;
var sid="551883";
var CONTENTSECTION="";
var osp_URL=d.URL;
var osp_Title=d.title;
var t=new Date();
var p="http"+(d.URL.indexOf('https:')==0?'s':'')+"://stat.onestat.com/stat.aspx?tagver=2&sid="+sid;
p+="&url="+escape(osp_URL);
p+="&ti="+escape(osp_Title);
p+="&section="+escape(CONTENTSECTION);
p+="&rf="+escape(parent==self?document.referrer:top.document.referrer);
p+="&tz="+escape(t.getTimezoneOffset());
p+="&ch="+escape(t.getHours());
p+="&js=1";
p+="&ul="+escape(navigator.appName=="Netscape"?navigator.language:navigator.userLanguage);
if(typeof(screen)=="object"){
p+="&sr="+screen.width+"x"+screen.height;p+="&cd="+screen.colorDepth;
p+="&jo="+(navigator.javaEnabled()?"Yes":"No");
}
d.write('This site tracked by OneStat.com. Get your own free site tracker.‘);
}

OneStat_Pageview();
//–>

web analytics tool