Tag

, , , ,

Immagine trovata su aeonbox.comNegli ultimi tempi il gestore di questo simpatico (si spera) refugium liberalorum è stato parecchio assente e parecchio sibillino riguardo ad un qualcosa che sarebbe dovuto succedere di qui a breve. Diciamo che l’attesa sta finalmente per finire. Sorpresona in arrivo, maggiori dettagli dopo il salto…

—————

Forse non ve ne sarete mai accorti, ma il gestore dell’antro, con il passare del tempo è diventato sempre più scaramantico. Una serie di tremende portate sulla faccia subite nel corso degli anni, unite ad una altrettanto lunga serie di colossali affari a livello internazionale sempre sul punto di concludersi che poi evaporavano nel niente per le più svariate ragioni, con corrispondente volatilizzarsi di molto cospicue commissioni e guadagni, gli hanno insegnato la lezione che Giovanni Trapattoni ebbe a sintetizzare a suo tempo nella mirabile definizione “non dire gatto se non l’hai nel sacco”. Visto che i felini sono notoriamente allergici all’essere rinchiusi in qualsiasi posto, figuriamoci in un sacco qualsiasi, il sottoscritto ha preferito rinchiudersi in un totale quanto religioso silenzio ogni qual volta gli stia per succedere qualcosa di importante. I fedeli frequentatori dell’antro e gli amici nel mondo reale o virtuale della parte (ogni tanto) più seria dell’Apolide se ne saranno resi conto quando stava organizzando il suo trasferimento oltremanica. Le persone a conoscenza di questo evento si contavano sulle dita di una mano. Sembrerà stupido, ma dopo innumerevoli delusioni preferisco andare coi piedi di piombo e mantenere il riserbo fino all’ultimo secondo.

Vi basti sapere che non si tratta di un cambiamento tanto clamoroso come quello dello scorso gennaio (già passati tre mesi? Cavolo come passa il tempo) ma forse altrettanto significativo. Se vi sentite offesi o frustrati dal fatto di non sapere cosa paraciufolo mi sta per succedere, sappiate che al mondo ne sono a conoscenza pochissime persone (o moltissime, ma che non mi conoscono personalmente). A parte i familiari stretti, lo sanno gli housemates, un collega particolarmente amichevole, l’amico Stefano Magni, l’amico David Goodridge e pochissimi altri “dirigenti” di vari Tea Parties. Ebbene sì, come ho ammesso con i molto curiosi colleghi in ufficio, c’entra il Tea Party e sì, in un certo senso potrebbe essere anche inteso come un riconoscimento per i nove mesi nei quali mi sono dannato l’anima in Italia e all’estero per diffondere una certa visione del mondo ed un certo progetto di rivoluzione liberale, libertaria e liberista che i TP incarnano.

Questo cambiamento richiederà qualche giorno libero, cosa che ha costretto la parte (ogni tanto fin troppo) seria dell’Apolide ad un periodo di super-lavoro, in modo da poter dedicarsi a certe occupazioni a cuor leggero, sicuro di aver fatto il proprio dovere e non aver causato alcun disservizio alla azienda per la quale lavoro. Visto che da queste parti l’essere “professionale” è una vera e propria religione, mi sembrava l’unico modo ragionevole di comportarsi. La sfacchinata è stata piuttosto pesante ma fortunatamente finirà domani sera alle undici, lasciandomi libero per il tempo necessario a sbrigare le faccende in oggetto. Terminate le ultime operazioni in ufficio, sarò libero di dedicarmi completamente a queste importanti questioni aperte. Non so esattamente quando potrò aggiornarvi sugli eventi in corso. Vi basti sapere che nei prossimi giorni dovreste aspettarvi notizione e post molto diversi dal solito e decisamente più interessanti. La tentazione di vuotare il sacco è enorme, ma vi resisterò. In fondo non manca molto, tra poco potrò dire a tutti cosa sta per succedere. Quindi, mi raccomando, ogni tanto passate da queste parti. Prometto aggiornamenti frequenti, immagini, forse filmati del tutto eccezionali. Stay tuned, ne vedrete delle belle!

About these ads